Carnevale reggiano emiliano

Oggi è Giovedi’ Grasso e comincia ufficialmente il Carnevale ! Periodo di bagordi e banchetti terminerà ufficialmente martedi’ prossimo! Il Carnevale Reggiano abbia inizio!

Per capirne l’origine, bisogna fare un passo indietro ed esaminare l’etimologia della parola Carnevale, che deriva da “carnem levare” – ovvero: togliere, eliminare la carne – come in Quaresima, periodo che precede la Pasqua, debba essere caratterizzata da 40 giorni di digiuno e preghiera.

Sin da bambina, il Carnevale Reggiano, mi ha sempre affascinato e attratto, visto le numerose manifestazioni che si svolgevano qui in Terra Reggiana, sia nella settimana centrale sia durante tutto il mese di Febbraio.

Amavo travestirmi ed era una delle poche occasioni dove ai “miei tempi”, potevo sognare di essere una eroina o un personaggio famoso.

Bei tempi, i tempi del Carnevale Reggiano, dove si attendeva con frenesia la domenica pomeriggio per indossare il costume che la mamma ci aveva cucito per partecipare alle sfilate dei carri di Castelnovo di Sotto (http://www.alcastlein.it/) , sommersi da coriandoli e stelle filanti!

Sapete che nel paese esiste anche un Museo della maschera, che tornerà presto visitabile e dove vi consiglio una visita.

Ho cercato di mantenere questa sana tradizione, anche con mio figlio, che dapprima, malvolentieri mi seguiva, poi ha cominciato ad apprezzare questa allegra e spensierata festa!

Certo i costumi di oggi, sono spesso simili, cuciti in serie e con poca fantasia, ma l’importante in realtà è l’allegria e il divertimento sano di quei momenti spensierati.

Purtroppo quest’anno la 135° edizione del Carnevale di Castelnovo di Sotto non potrà aver luogo dal vivo e la costruzione di carri e maschere, non potrà esibire tutto il lavoro operoso dell’intera comunità del paese.

E’ senza dubbio un Carnevale diverso, ma dovremmo fare in modo che un pò di atmosfera entri nelle nostre case, per aiutarci a superare questo difficile momento.

La nostra speranza e’ che il prossimo anno, possa tornare tutto alla normalità e si torni a festeggiare in piazza e insieme ad amici e parenti.

Nel frattempo cercate di creare l’atmosfera, anche solo cucinando qualche dolcetto della tradizione come vi ho suggerito sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/reggiolacittainvisibile/